Progetti Infanzia

LaboratoriBg1 Alla scuola dell'infanzia di Reno Centese sono stati proposti due interessanti laboratori in cui i bambini hanno avuto la possibilità di acquisire competenze espressivo-creative, attraverso la manipolazione di carta e creta che, per le loro caratteristiche di duttilità e plasticità, offrono occasioni per scoprire e sperimentare liberamente. Inoltre la dimensione laboratoriale ha permesso la condivisione delle sensazioni e percezioni provate con i compagni di lavoro. Il laboratorio della cartapesta proposto e realizzato dalla Prof.ssa Caterina Ghisellini ha portato i bambini a creare il protagonista della programmazione annuale "l'alieno Turlututù" di Hervè Tullet. Il laboratorio della creta, progettato e condotto da Carla Masi, un ex insegnante con esperienza nel campo della ceramica, ha accompagnato i bambini nella realizzazione di piastrelle con il simbolo della loro sezione.

immagine x sito CopiaSi sta concludendo in tutti i plessi d'Infanzia il Progetto di Educazione Motoria: la psicomotricità ha sempre pervaso l'intera giornata scolastica delle Scuole dell'Infanzia del nostro Istituto ma, da quest'anno scolastico, si è deciso di incrementarla ulteriormente con nuove modalità di progettazione e conduzione. Il progetto di educazione motoria, fortemente voluto dal Dirigente Valentini, in accordo con i docenti d'Infanzia, nasce dalla consapevolezza che il bambino (2-6 anni), è prettamente motorio ovvero apprende, comunica e sviluppa il proprio pensiero a partire dall'azione; gli apprendimenti, le conoscenze, "le operazioni mentali" si formano attraverso processi di interiorizzazione delle attività svolte a livello motorio e delle azioni agite con il corpo (movimenti, manipolazione...). Dall'interazione tra corpo e psiche nasce la capacità dell'essere umano di entrare in contatto con il mondo e di creare un rapporto costruttivo con esso. Da qui la necessità di accompagnare il bambino nel suo individuale processo di crescita senza mai perdere di vista la globalità che lo contraddistingue. Il progetto di Educazione Motoria ha previsto una parte formativa, per tutti i docenti d'Infanzia, ed una parte operativa: la prima, è durata tutto l'anno scolastico, con incontri mensili, e condotta magistralmente dalla Prof.ssa Cinzia Montanari che ha abbinato traguardi di sviluppo, competenze ed obiettivi a vere e proprie simulazioni, in situazione, delle esperienze proposte. Nella parte operativa le insegnanti hanno progettato e condotto i loro laboratori di educazione motoria, 2/3 volte a settimana, in base alle caratteristiche dei plessi (spazi e materiali) e dei gruppi di bambini. La verifica in itinere e finale dei percorsi ha dato esiti più che positivi, per tutti i plessi, tanto da essere adottati anche per i prossimi anni scolastici, qualificando ancor di più l'offerta formativa dell'I.C.4 Cento. 

math tree digits illustration isolated white background 645883221I bambini della scuola dell'infanzia di Corporeno hanno avuto la possibilità di avvicinarsi, in modo divertente e significativo, a due discipline curricolari quali la MATEMATICA e le SCIENZE. Il Professor Federico Ferrari (docente della scuola secondaria di primo grado a Corporeno), mediante semplici giochi e nozioni, ha introdotto i bambini al concetto di frazione (1/3), finalizzato a comporre la giusta miscela di terriccio da utilizzare per la semina delle erbe aromatiche che, una volta germogliate, sono servite per delimitare il bordo dell'orto della scuola. Il "progetto orto" che vede coinvolti i tre ordini di scuola del plesso di Corporeno rappresenta un'ottima opportunità di conoscenza per alunni e insegnanti, in un'ottica di continuità verticale.

Altrettanto divertente ed appassionante è risultato l'incontro con il professore Stefano Rambaldi (docente di sostegno della scuola secondaria di primo grado a Corporeno) che ha fatto scoprire ai bambini il misterioso mondo dei camaleonti proprio come WILLY, il personaggio che li ha accompagnati nella progettazione educativa e didattica annuale. Utilizzando la LIM ha mostrato camaleonti di diverse dimensioni e colori, raccontando le loro principali caratteristiche e alcune curiosità: vedere i camaleonti che mutano colore in base al loro stato d'animo e mangiano insetti srotolando la loro lingua appiccicosa ha entusiasmato tutti. Al termine dell'incontro i bambini hanno rappresentato graficamente le esperienze vissute.

Le insegnanti e i bambini ringraziano i professori per la loro disponibilità nella realizzazione dei progetti. 

disegno di mucche fattoria da colorare 600x6001Tutte le Scuole dell'Infanzia del nostro Istituto, con l'arrivo della bella stagione (fine aprile/maggio), nell'ambito del progetto di educazione alla salute, hanno visitato una fattoria didattica: qui i bambini hanno imparato a conoscere dal vivo l'ambiente agricolo, i prodotti che se ne ricavano e gli animali da allevamento; sono stati avvicinati ad una sana alimentazione e ad un consumo consapevole, utilizzando i sensi come strumento di valutazione della qualità. Il ruolo delle fattorie non è solo di tipo produttivo ma anche e soprattutto di tipo sociale ed educativo poichè avvicina grandi e piccoli al mondo dell'agricoltura e della natura: genera rispetto per l'ambiente incrementando e approfondendo le conoscenze e la cultura della terra.

I bambini di Reno Centese hanno visitato la "Florida", a Bondeno, dove hanno preparato una gustosa macedonia, "armati di coltello".

I bambini di Buonacompra hanno visitato il caseificio "Casumaro", a Bomporto, dove hanno conosciuto "il casaro" e si sono cimentati nella difficile "arte" di fare il formaggio fresco con il latte appena munto.

I bambini di Casumaro hanno visitato la "Florida" , a Bondeno, dove hanno "messo le mani in pasta" preparando il pane e conoscendo diverse varietà di farine.

I bambini di XII Morelli hanno visitato la "Florida", a Bondeno, dove si sono cimentati nella produzione di una fresca macedonia, utilizzando la frutta conosciuta nella passeggiata lungo il frutteto.

I bambini di Corporeno hanno visitato la "Florida", a Bondeno, dove hanno preparato deliziosi biscottini di varie forme.

34400323 10216678983515881 2103387635383795712 nIl progetto "Soccorso con un dito" è un'importante iniziativa che, nel mese di Maggio, ha coinvolto i bambini della Scuola dell'Infanzia di Corporeno: l'obiettivo è stato quello di insegnare a riconoscere le situazioni di pericolo e le circostanze che richiedono l'intervento di un adulto o dell'ambulanza cancellando al tempo stesso ogni senso di timore, soggezzione o ansia che ambulanza, sirene e camici possono suscitare. I contenuti sono stati affrontati con un linguaggio semplice e tramite un divertente filmato i bambini hanno appreso ad effettuare una corretta chiamata al 118 (uno, uno, otto). Queste sono le principali e fondamentali nozioni che i bambini hanno acquisito partecipando al percorso formativo "Soccorso con un dito" realizzato con la collaborazione dell'Unità di Pronto Soccorso di Sant'Agostino. Per tutti, al termine dell'esperienza, un attestato di frequenza di "PICCOLO SOCCORRITORE" come riconoscimento del valido impegno nell'apprendere l'importanza fondamentale del 118.

 

Immaginebibglio 250 x 68

 

Immagine52

Il sito www.ic4cento.gov.it utilizza i cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.